?>
Menu

Civita Castellana

Contatti Comune di Civita Castellana P.zza Matteotti, 3
01033 Civita Castellana (VT) Italia
Tel. ++39 0761590
(83 Kmq - 15454 Abitanti)

Sito Web Ufficiale
  • Civita Castellana

Informazioni Civita Castellana



E’ una delle più grandi cittadine della provincia Viterbese, dista 37 Km dal capoluogo, è situata a 145 mt. s.l.m., su un altopiano di natura tufacea, nella parte orientale dei Monti Cimini.
Il territorio è ricco di corsi d’acqua, il suolo prevalentemente tufaceo è pieno di argilla, che a seconda della presenza o meno di ossido di ferro assume colorazioni molto particolari.
Tali argille, di eccellente qualità, hanno fatto si che nascesse una fiorente industria ceramica, la cui origine è da ricercare addirittura al tempo degli etruschi.
La città fu ricostruita intorno all’VIII-IX secolo, sull’area del centro etrusco Falerii Veteres distrutto dai Romani nel 241 a.c. Civita Castellana ricevette il titolo di ÒcivitasÓ nel 998 da Gregorio V, successivamente il territorio fu conteso da due famiglie i Savelli e i Vico, fino ad arrivare al dominio dei Borgia che vi eressero la Rocca.
Nel successivo periodo Civita Castellana divenne tristemente famosa perchè nella Rocca, degradata da residenza papale a galera, furono imprigionati numerosi patrioti condannati dal Governo Pontificio per la loro attività cospirativa a favore dell’unità d’Italia.
Divenuta città di confine tra il decadente Stato Pontificio supportato dalle truppe Francesi e i Garibaldini del costituendo Regno d’Italia, nel 1870 con la conquista di Roma e la sconfitta di Napoleone III, Civita Castellana dopo una breve lotta capitolò alle truppe del Gen. Cadorna.



Luoghi da visitare Civita Castellana



La Rocca

Fu eretta alla fine del 400 su una costruzione preesistente, probabilmente un fortilizio. Ne ordinò la costruzione Alessandro Borgia per il figlio Cesare, fu disegnata da Antonio da Sangallo il Vecchio. Attualmente è sede del Museo Nazionale e vi sono esposti numerosi reperti archeologici di notevole rilevanza storico-culturale.

 

Duomo

Fu eretto nel XII secolo, e successivamente modificato nel 1700. Al suo interno è possibile ammirare una fonte battesimale del 400, una tela di scuola romana del XV secolo ed un affresco del 1300.

 

Chiesa di S. Francesco

Caratteristica e bella chiesa con interno del 700, nella casa parrocchiale sono ottimamente conservati una tavola ed un dipinto del 1500, l’una attribuita a Sano di Pietro e l’altro ad Antoniazzo Romano